Comunicazione

Oggi, mentre aspettavo che i bimbi uscissero dagli spogliatoi, lei come al solito era gia’ pronta. Con in mano il suo solito fiorellino per il maestro, mi guardava con i suoi occhietti vispi e lucidi, mentre compilavo le solite due o tre carabattole formali prima dell’appello.

"Mi fai vedere qualche passo?", mi diceva, incuriosita dal loro semplice dover scimmiottare delle mosse, non ancora memorizzate cosi’ tanto bene da creare una sorta di prima coreografia.
"Va bene", le ho detto, sparandole qualche pezzo delle mie mosse preferite, assemblato un po’ a casaccio, per come mi girava.
Dopo un po’ che mi guardava in un silenzio di quasi venerazione, mi fa "Come sei bravo, maestro", assieme ai piccoli pestiferi che pian piano uscivano dallo spogliatoio muniti di pantaloni morbidi e scarpe da tennis.
Cosi’ ho aspettato che arrivassero tutti per smettere, e prima dell’appello, di risposta al loro simpaticissimo applauso, mi sono messo a fare il mio "sermone"……….

Non e’ tanto l’essere tecnicamente perfetti, imparare tutto a memoria per bene, ricopiare le mosse come seguendo un manuale, ragazzi. Penso che molti ballerini professionisti in realta’ non sappiano danzare.
Quello che voglio trasmettervi oggi e’ la passione.
E’ la danza che segue un ritmo, che nasce da dentro, che catalizza il pubblico e gli dice cos’hai nel cuore.
Giochi anche di sguardi, di espressioni, di "forza".
Vorrei che voi riusciste, un giorno, a catalizzare l’attenzione su di voi non tanto per la tecnica, quanto perche’ la gente non riesce semplicemente a staccare gli occhi. Vorrei che potesse dire di voi che siete appassionati e che il vostro modo di muovere comunica loro qualcosa, qualsiasi cosa.
Vi voglio i re del palcoscenico, non della valutazione tecnica.
Corpi con il loro bagaglio di sentimenti da esprimere, da esternare, da sfogare.
Da adattare al ritmo, reso vostro piu’ che mai.
Adorero’ in voi (per quanto lo correggero’) di piu’ un errore in un’interpretazione personale che una moscia perfezione della tecnica.
Voglio che questi vostri corpi siano vivi, in maniera evidente.
Questa e’ la danza per me, e spero di riuscire a trasmettervi tutto.

Dopo il discorso, ho fatto l’appello con piu’ sorrisi di tutta la mia carriera con quella classe, per quanto breve.
Spero non perdano l’entusiasmo, perche’ e’ stato magico accenderglielo.

Annunci

Informazioni su Keishiro Yukikaze

Just your regular twisted egomaniac
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Comunicazione

  1. Alina ha detto:

    Kei ma lo sai ke mi sono commossa!!!! ke blavoooooo!!!!!Maestroooooooooooo XDDD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...