Ho tre domande per il mio Winamp profetico…


Cosa mi frulla in testa recentemente?
LIT – Completely miserable (Qualcuno esorcizzi il mio pc)

Cosa devo fare con i nemici della mia stabilita’ mentale? The White Stripes – Seven Nation Army (O mamma. Li combattero’ e sopperiro’?)

Suggerimento generico? Max Gazze’ – Eclissi di Periferia (Bellissima… ma non colgo il suggerimento)

Bhe, ritengo doveroso raccontarvi un po’ di cose, in quanto i piu’ si potrebbero molto preoccupare visto che recentemente sono scosso ed instabile, e non c’e’ traccia di possibili motivi sin dal giorno prima della mia partenza.

In famiglia molte persone stan prendendo a non star bene, e per non star bene si spazia dallo psicologico al fisico fino ad arrivare a malattie gravi e probabilmente incurabili, e questa e’ una base non molto allegra.

Amici d’anima, persone a cui voglio molto bene, sono a loro volta molto instabili, una addirittura mi dice che dobbiamo sentirci parlandomi a tratti di cose che non sono assolutamente rassicuranti.
Ci si perde cercando se stessi, ci si accorge che c’e’ poca gente con la quale intraprendere il viaggio, e quella gente spesso e’ troppo lontana.
Vorrei stringerli tutti in un grosso abbraccio che eclissa l’Italia intera, o quantomeno meta’ di essa.
"Abbiamo bisogno di noi", e non ci siamo.

Sono di un emotivo pauroso e non sto molto bene in piedi da solo, dormo poco, sono preoccupato.
Pare tuttavia che non sia una cosa che riguarda solo me. Recentemente siamo tutti scossi, come se una sorta di ritorno di intensita’ grottescamente adolescenziali delle situazioni si sia schiantato sul mondo intero.
E che e’? Il caldo?

Ad ogni modo cambi di programmi in famiglia modificano molto una possibile visione del futuro in merito a molte cose.
C’e’ chi ha bisogno di me, e io, checche’ io ne dica, c’e’ ancora gente che non sia mio padre, (con il quale vivo e da sempre sto bene, ma pur essendo molto, non e’ *tutto*) di cui ho bisogno.
E forse non spariro’ in angoli remoti.
Ancora una volta non si sa.
Staremo a vedere…

Parlo come un folle, spezzo le frasi, esagero, me ne rendo conto.

Ma!

Sono felice, nonostante tutto.

Annunci

Informazioni su Keishiro Yukikaze

Just your regular twisted egomaniac
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ho tre domande per il mio Winamp profetico…

  1. Danila ha detto:

    Il viaggio può esser fatto su strade parallele…anche se lontane camminano insieme. Questa instabilità generale rischia di non farci vedere chi, anche se da lontano, ci osserva e si preoccupa per noi. Guardati intorno Kei, vedrai che di persone che vogliono andare avanti con te sostenendosi a vicenda ce n\’è più di quanta pensi. So che non posso far molto "fisicamente" parlando…ma se hai bisogno…gira lo sguardo e mi troverai, sempre. Un bacio.

  2. Keishiro ha detto:

    Non so… la questione delle strade parallele funziona sempre finche\’ non si coccia con l\’impossibilita\’ di imboccarne una. Anche se lontane, camminano insieme, ed e\’ meraviglioso. Ma prova a pensare le mille volte che si fanno cose che "solo Kei capirebbe, se ci fosse lui, chissa\’ che discorsi, che bellezza…" (uso il mio nome come puro esempio).Non poter far altro che aspettare di tornare a casa, consumando in solitudine un momento d\’oro che si potrebbe condividere, a volte e\’ pesante.Specie se la cosa succede spessissimo. Non voglio altra gente, specialmente fra quella che c\’e\’ attorno a me. Sono davvero violentemente inadatti. Vorrei vicini i miei amici ogni tanto, e loro vorrebbero vicino me.Per fortuna nell\’era moderna si e\’ tutti a portata di sms, alla malaparata. Si e\’ tutti a portata di e-mail, di posta, di msn, di mondi paralleli. Tu stessa ammetti che da un piano non potresti farci niente. Il piano mentale non e\’ mai stato un problema per me, so di essere nel cuore di ognuno di loro, so di poter aprir bocca, metaforicamente, ogni volta che ho un pensiero, e poterlo esprimere del tutto. E\’ il resto che a volte fa sentire la sua mancanza, poche volte, si.Ma quelle volte brucia un po\’.Ci si rende conto che ci son momenti in cui essere vicini sarebbe decisamente meglio. Per emozionarsi un po\’ insieme.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...