Inquietudine sottile

Che mi prende, non lo so. Frasi sconnesse, ancora una volta. In attesa di capire da che dipende questo stato di inquietudine sottile, che mi fa dormire male, che mi fa reagire male, che mi distrae, che mi rende assente.
 
 
Nessuno si prende la briga di difendere i fiori nel cemento. Ogni tanto qualcuno passa e li strappa via. E’ il quel momento che lo psicopatico di turno puo’ intervenire e ringhiare, e il fiore deve resistere.
 
Patrimonio immenso della vita, infilato nel posto piu’ sbagliato possibile.
Qualcuno ci rimetta nel prato, il prato dove non passa il tagliaerbe.
 
Se siamo cosi’ tanti di base a non essere adatti al mondo, forse e’ il mondo che non e’ piu’ adatto all’umanita’.
E il crudo evolversi del concetto di "essere umano" non mi appartiene, non mi appartengono le scale di valori.
Immaturita’, follia, o profonda lucidita’?
 
O ancora una volta, esagerazioni ed estremi made in Kei?
 
 
Non basta piu’, forse, il vecchio metodo di fuga. L’eremo in me stesso, l’eremo negli altri.
La pressione degli eventi sale, chiedono di essere presi in mano.
Tutto avvolto in una nevrosi non ben definita, perde di importanza, perde di fascino.
E vorrei qui
Vorrei qui
Le uniche persone con cui vale la pena discutere tutto questo,
Di scintillio negli occhi e di bisogno di confronto
Di bisogno di ritrovarsi dopo la fuga, per poter fuggire di nuovo senza lasciare indietro la valigia.
Manca una valigia.
 
E un posto meravigliosamente simbolico dove trovarci tutti quanti
Nell’unico, nel momento tipico che si racconta ai posteri
Che si ricorda a vita.
 
Chi vive di simboli come me, non puo’ che cercare e regalare simboli.
Dar loro la potenza devastante di un esercito
Contro il vuoto, contro il gretto, contro il basso
Di una mente troppo a riposo
 
Non stupitevi dunque se un giorno un paio di persone deliranti faranno cose apparentemente bizzarre e senza senso
Con il sorriso piu’ bello che hanno avuto nella loro vita
Con la sensazione che quella vita sia loro
anche per brevi istanti
ci sono loro, ci sono davvero, ci sono senza maschere e restrizioni
Brillando di una luce fioca e calda
che forse non saprete cogliere
Annunci

Informazioni su Keishiro Yukikaze

Just your regular twisted egomaniac
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...