Anestetico

Rileggevo per motivi vari il mio blog questa notte.
Mi ha lasciato un attimo destabilizzato. Io so essere tutto questo, tutto quello.
 
Eppure ultimamente niente ha poi tutto quel significato… Mi sento come sotto un potentissimo
anestetico
esistenziale.
 
In cui si brancola semicoscienti in un qualcosa che bho, c’e’ e non c’e’, e va bene cosi’ per ora.
 
Unica eccezione, ho fatto un sogno che non riesco a scrollarmi di dosso.
 
In questo sogno ero a letto con una persona che in realta’ non conosco, ma nel sogno sembrava conoscermi bene. Io dal canto mio la odiavo, la odiavo infinitamente anche e soprattutto perche’ riusciva a comandarmi, a sopraffarmi, e io non riuscivo a ribellarmi.
Mi sentivo addosso la sua pelle calda e umidiccia, e il suo sorriso convinto, sicuro di se’, bastardo, fastidiosissimo.
Piu’ si accorgeva del mio schifo piu’ mi diceva che la odiavo perche’ mi piaceva. Cercavo di picchiarla, ma era piu’ forte di me, molto, non riuscivo neanche a divincolarmi.
Montavo rabbia e schifo sempre di piu’, avrei voluto ucciderla.
Cosi’ tanto schifo che appena sveglio mi son sentito quasi male, avessi avuto qualcosa nello stomaco l’avrei vomitato senza ombra di dubbio.
E mi restava quella sensazione orrenda sulla pelle…
Maledizione, allontanati…
non mi toccare…
Annunci

Informazioni su Keishiro Yukikaze

Just your regular twisted egomaniac
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Anestetico

  1. MarSia ha detto:

    ………………………perchè non trovi un modo per divincolarti da tutti tuoi ostacoli e tue paure..Kei…..resteria schiacciato completamente così…….forse… forse quella donna era la razionalità.

  2. Keishiro ha detto:

    O forse l\’emotivita\’? In fondo io tento sempre (anche se non si direbbe visto il mio attaccamento a tutto cio\’ che e\’ interiore) di essere logico e razionale, quasi robotico. Con scarsissimi risultati, si nota. In realta\’ credo fosse l\’esatta rappresentazione di cio\’ che detesto di piu\’, ovvero che le cose e le persone abbiano il controllo su di me. Sono cresciuto molto "ribelle", non nel senso punkettone del termine, ma nel senso che non amo sottostare gratuitamente, quando c\’e\’ da dire un no e da rifiutarsi di fare cose, sono il primo della linea. Ogni qual volta io mi senta alla merce\’ di qualcuno, per un motivo o per l\’altro, mi sento automaticamente svilito ed impotente, proprio come in quel sogno. Paure… Credimi, ne ho ben poche. Ostacoli tanti, ma tutti ne hanno nella vita. Alcuni stanno li\’ per un motivo, mantengono un certo equilibrio nelle cose. Altri mi basterebbe tirare una schicchera che si chiama volonta\’ per tirarli giu\’. Nessuno di essi, tuttavia, mi ha mai schiacciato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...