Chi la vuole una vita da favola?

I’ll probably translate this in english when I’ll feel better.

Ci pensavo pensando alla trama de “Il lago dei cigni”.

Non saprei dire se ci hanno educati cosi’ a furia di convenzioni e fiabe, ma mi rendo conto che siamo sempre e comunque in balia del primo stronzo che passa.

Ma proprio il primo stronzo che passa.

 

Non lo so. Il principe Siegfried alla fine si vuole sposare una che ha visto in un lago una volta sola e come verifica della cosa chiede di andare a un ballo cosi’ olle’ la mamma e’ d’accordo e tutti vissero felici e contenti.

Tant’e’ che poi la conosce cosi’ BENE che non si rende conto che gliela sostituiscono con un’altra. Tanto, l’aspetto e’ quello!

E tutti muoiono in un grandioso drammatico pistolotto pieno di amore.

 

Seriamente, Amore?

Ma di che cazzo state parlando. Ma fra l’altro sei scemo a sacrificarti per una che appunto non riconosci nemmeno?

Se si pensa anche al modello distorto di donna che dovrebbe aspettare che arrivi sempre e rigorosamente il primo stronzo che passa a cambiarle la vita, c’e’ proprio da mettersi le mani nei capelli.

Mai niente succede gradualmente, ci avete mai fatto caso? Due si incontrano e WOW sono gia’ l’amore della vita l’uno dell’altro, guai a chi contesta.

 

Obiezione vostro onore!

Questi sono i facili metodi con cui si finisce per dipingere costrutti irrealistici e idioti sulle persone. E’ arrivato ziopino da pizzocalabro, e’ attraente, pare essere risolutivo, VA BENE!

Ma che ne sai!!! Quasi ti lanci e inizi a farti i film in cui ti ci sposi o ci stai “cosi’ tanto bene” anche se continua a trattarti di merda dalla mattina alla sera oppure in realta’ sai benissimo che non ci hai niente a che spartire, quindi devi PEDALARE per cercare di trovare qualcosa che davvero finisca per accomunarvi.

 

Io se fossi un principe dalla mia principessa cercherei delle caratteristiche un po’ diverse da “dopo un ballo mi sembra quella piu’ attraente.”

Cercherei un certo livello di complicita’, e non sono cose che si verificano in poco tempo.

Cercherei una mente tattica che possa aiutarmi e stare bene nel suo ruolo a mio fianco, non una sorta di orpello cosi’, come viene. Potessi scegliere eh, di solito non possono veramente scegliere, ma rimanendo in un ambito da favola.

Cercherei una persona con cui potrei anche parlare e dormire oltre che andare a letto finche’ non sfiorisce o non si rompe le balle di me, e mi ci devo forzare.

Ma la cercherei gia’ cosi’, non cercherei di rendere tale una persona completamente a muzzo perche’ ho qualche rotella storta nel cervello e allora chiunque va bene.

 

Perche’ la verita’ e’ che alla fine chiunque va bene. Basta che faccia molta scena.

Ed e’ cosi’ che ci abituano a pensare, a scegliere, a considerare, una totale spaventosa mancanza di una vera e propria analisi di fondo.

Non ci interessa neanche un granche’ sapere com’e’ fatta una persona, finche’ ci possiamo fare di lei l’idea che vogliamo.

 

Ed e’ cosi’ che le persone finiscono molto spesso ad avere rapporti di coppia molto infelici.

Con persone che non c’entrano niente, e forse, non sono MAI state veramente compatibili con loro. Ma finche’ la facciata d’incanto dura, allora va bene.

 

E non si impara mai, perche’ anche una volta usciti da quest’infelicita’ spaventosa, sempre in mano al primo stronzo che passa si finisce.

 

L’uomo non impara mai.

Annunci

Informazioni su Keishiro Yukikaze

Just your regular twisted egomaniac
Questa voce è stata pubblicata in No Category. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...