Perdere kg

Ora diro’ una cosa non molto popolare: Perdere kg e’ fastidioso come se non piu’ che prenderne su. Anche se per assurdo e per culo, come nel mio caso, per farlo non serve rinunciare a niente.

La vera differenza che la rende una cosa veramente, seriamente da fare, e’ che poi ci si sente obbiettivamente meglio, se prima si era vigorosamente in sovrappeso. E’ una questione di massa che il tuo corpo deve reggere.

Ma la seccatura rimane, e continua a manifestarsi in tutte le sue brutture, specialmente se i kg sono tanti. Ti smagli, ti squagli, anche se la prendi con una sana lentezza ti sembra di liquefarti perche’ la pelle non ha voglia di seguire la tua decisione di ridurre la massa. Ti sembra che ti stia larga pure quella.

E dico “pure” perche’ sistematicamente ti tocca buttare o modificare disperatamente tutte le cose che piu’ ti piacevano fra i tuoi vestiti. Magari detesti fare shopping, e ti tocca farlo piu’ di quanto vorresti. Nonostante tu vada bella positiva poi, che finalmente le cose ti staranno un po’ meglio, per la questione di sopra e il fatto che comunque un bel po’ in carne resti nel processo, non trovi un cazzo che ti piaccia e devi fare una fatica BOIA per non lasciare che ti convincano a vestirti come un sacco di patate senza personalita’, perche’ e’ cosi’ che ti vedono erroneamente, e ritengono di doverti vestire di conseguenza.

Quando sei li’ che ti mangi un bel gelato o ti togli qualunque tipo di sfizio piacevolmente controllato, o semplicemente mangi come una persona normale fa una volta ogni tanto, riesci quasi a sentirti addosso gli sguardi per la serie “Ma puoi permetterti questo?”. E questo quando sono cosi’ civili da lasciare che sia un loro pensiero, e non te lo dicono direttamente. Cose che a)  Io non sto a farti i conti nel piatto, o in tasca, perche’ tu si? Ti ho per caso assunto per definire spannometricamente senza basi cosa posso mangiare? No, e allora fila. Veloce anche.  b) Per chi cazzo mi hai presa? Evidentemente mi sono fatta i miei calcoli. Cosa decido di mangiare, al di la’ di ogni lecita preoccupazione, continuano ad essere e rimanere cazzi miei. Non e’ che mi si puo’ stressare in sta maniera, anche perche’, e certi esperti potrebbero confermare, e’ uno dei modi migliori per far si che considerare un’alimentazione sana come “norma” senza pero’ cadere in privazioni inutili diventi incredibilmente difficile, facendo sviluppare un senso di colpa ed inadeguatezza assurdo anche verso un momento lecito come un giorno di festa. Perche’ al trippone possiamo dare la torta e le patatine? Certo che si! Quel cibo, oddly enough, non e’ Satana formato prodotto da forno. Basta non mangiarlo tutti i giorni, diamine.

Per immediata conseguenza c’e’ anche il fattore psicologico che tutti quanti sono super supportivi nelle migliori delle intenzioni, e non riescono a comprendere molto bene: non tutti amano sentirsi misurati fisicamente dall’esterno. Specialmente non lo amano quando si cerca di attribuire la loro bellezza o il loro valore come esseri umani a seconda del numero che ne viene fuori. Sembrera’ strano, ma puo’ dare fastidio, e a me per esempio lo da IMMENSAMENTE, che ogni cazzo di volta che ti si incontra si sta a commentare che sei dimagrita. DAI SHERLOCK HOLMES DIMMENE UN’ALTRA CHE SONO AFFASCINATA. “Ma come stai bene, ma come sei bella”. Vi ammazzo di badilate in faccia teste di cazzo. Perche’ forse non vi rendete conto che sottointendete sempre che prima non ero bella, per voi. Ma mi dispiace, io sono sempre la stessa persona. Ho lo stesso valore, e lo stesso spessore di carattere, ragionamento, lo stesso sguardo, le stesse idee. Anche gli stessi lineamenti, sono solo meno “pienotti”. Ah sono bella? Si grazie lo sapevo gia’, mi sorprende che non te ne fossi accorto tu solo perche’ ero obesa. Ma al di la’ di questo, perche’ non condividete con me le vostre idee, invece di queste minchiate senza senso? Ci sono cosi’ tante cose di cui parlare dopo tanto tempo che non ci si vede, e tutto quello che riuscite a fare e’ dirmi che sono dimagrita?

Lo stesso tipo di carogna mi sale quando sento fra i miei amici frasi rivolte ad altri amici tipo “ora che e’ dimagrito e’ diventato scopabilissimo”. Che, prima non era scopabile? Si era formata una prigione di grasso attorno al suo pisello? A me sempre lo stesso pare, solo meno visivamente “gonfio”. E’ tutto li’ quello che vi rende una persona scopabile? Basta sgonfiarla? Siete gente da poco. Da due centesimi ossidati.

E la stessa identica merda contagia anche le persone che comunque sono dall’altro lato della barricata, che per “una botta e via” preferirebbero persone tipo attore famoso a, magari, un affascinante, tranquillo compagno di giochi. Perche’? “Ma perche’ quando si tratta di amore vabbe’ quando e’ solo sesso…” “Non finire questa frase che mi fai girare i coglioni a elica, perche’ significa che non saresti mai attratta fisicamente VERAMENTE da una persona COME TE. Ti rendi conto?”

Premetto che i gusti sono gusti, ma questo non ha a che vedere con il considerare a priori bello o brutto, palatabile o meno, qualcuno. Ad esempio a me gli uomini fisicamente corrispondenti a Brad Pitt da giovane, non piacciono. Serious thing. I don’t like that kind of man, davvero, non mi attira. Ma da li’ a dire che e’ brutto e che non e’ scopabile, e che schifo, ne passa. Poi vi faccio una domanda, se Brad Pitt ingrassasse, sarebbe brutto? Credete che diverrebbe, abbandonato il fisicazzo che invece a me non piace proprio, e gonfiata la faccia quadrata, piu’ attraente per me?

Secondo me no, Brad Pitt e’ Brad Pitt. E non c’e’ niente di male… Cosi’ come a me non piace il gelato al limone, non significa che il gelato al limone faccia schifo. E il gelato al cremino con caramello magari non e’ molto salutare e andrebbe regolato, ma allo stesso tempo, non fa schifo.

Idem con patate, magari non siamo molto in salute. Magari non abbiamo il fisico che garba a voi. Ma non facciamo schifo, e nessuno dovrebbe mai permettervi “per il nostro bene” di provare a far passare quest’idea del cazzo. Molti sono seriamente convinti che altrimenti accettandosi una persona si fermi. Io ho sempre visto il contrario, piu’ ansia sociale, pressione sul fisico e senso di solitudine c’e’ addosso a una persona sovrappeso, piu’ sovrappeso resta. Poi, pensatela come vi pare, ma magari prima di farlo parlate con un terapeuta che conosce bene il caso specifico. Vi confermera’ che spronare all’attivita’ e’ positivo, ma aggiungere stress emotivo NON aiuta.

Ed ogni volta che ci penso, e noto questo fenomeno che continua a ripetersi attorno a me, invece di essere contenta di starmi allontanando da questa VOSTRA malattia, assieme alla mia, voglio spaccarvi la faccia. L’unica persona con un pelo di sale in zucca che si sia approcciata alla questione, ha avuto almeno la decenza di dire “Come sei bella! Ma tanto, la sei sempre stata.” Ci vuole una scienza? I don’t think so.

Sta tornando la bestia, io lo sapevo che sarebbe successo. Adesso devo bilanciarmi con questa amarezza. Ed e’ un’altra cosa davvero molto complicata.

Speravo ci volesse un po’ piu’ di tempo prima che riaffiorasse. Invece sono ancora qui oltre alla centinaia di kg, e gia’ iniziate a farmi girare i coglioni. Voi, chi fa vestiti, chi li vende, e la mia pelle che non collabora.

Annunci

Informazioni su Keishiro Yukikaze

Just your regular twisted egomaniac
Questa voce è stata pubblicata in No Category. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...