Qualche consiglio da una Cat Sitter ai padroni… – Parte 2 – LA LETTIERA

lettiera-sabbia

Premetto, come faro’ in ogni post che tratta di consigli sulla cura dei vostri mici, che non sono qui a dirvi di rivoluzionare le abitudini dei vostri gatti, ma a dare delle informazioni generali che non sempre sono di conoscenza comune, che creano soluzioni ideali che si possono seguire, come anche no, a seconda delle esigenze.

 

Un’altra cosa sulla quale noto molta confusione, e soprattutto poca cura dell’esigenza del felino rispetto a quella degli umani, sono le lettiere.

Ogni padrone ama l’idea una bella lettiera il meno possibile ingombrante, coperta cosi’ non si vedono i bisognini, senza una traccia di odore, ma che in compenso puo’ permettersi di cambiare una volta ogni morte di Papa. Ma lasciate che ve lo dica francamente, questo non e’ il modo in cui ci si prende cura della toilette del vostro micio. Se fossimo gli animali di qualcuno, sarebbe molto piu’ comodo sistemare il nostro water come una turca nascosta in qualche cortile, piuttosto che riservare una stanza riscaldata con tanto di seduta in ceramica, e poi la carta igienica costa, bastano dei giornali, e si puo’ benissimo tirare avanti finche’ proprio non si sporca prima di pulire, piuttosto che stare ad igenizzare bene, per dire… E’ proprio con questa mentalita’ che molto spesso trascuriamo le abitudini e le esigenze dei nostri gatti, talvolta con conseguenze spiacevoli come il costringerli a fare i bisogni fuori dalla cassettina per sottolineare il loro disagio, o delle allergie o infiammazioni alle zampette, o un marcato disagio durante l’ora dei bisognini.

Alcuni gatti si adattano senza grossi problemi ai nostri capricci, e questa e’ una grande fortuna. Occorre pero’ fare molta attenzione che questo adattamento sia effettivamente, per il felino, privo di disagio. Per esempio, quando cammina sulla sabbietta, il micio sembra volerci stare a contatto il meno possibile? Probabilmente quel tipo di grana gli da fastidio alle zampe, e andrebbe cambiato.  Quando annusa la sabbietta, anche se la usa, fa una faccia schifata? Probabilmente la profumazione della sabbietta, o il mix di odore di urina e profumazione della sabbietta non gli piace. Nonostante sia li’ da molto la cassettina chiusa con lo sportellino, e la usi regolarmente, si dimostra goffo e perplesso ogni volta che deve spingerne la porticina? Forse e’ il caso di rimuoverla. Il gatto sembra metterci una vita a cercare di coprire i propri bisogni, scavando scavando per diversi minuti persino il fondo della cassettina? Forse e’ il caso di mettere piu’ sabbietta.

Inoltre essendo molto abitudinari, il cambio per alcuni puo’ portare ad un rifiuto. Non scoraggiatevi e continuate a cercare una soluzione che non porti disagio al micio, ne’ a voi. Prima o poi la giusta combinazione verra’ fuori, e a quel punto, e’ consigliabile non fare altri cambi, ne’ di struttura esterna, ne’ di lettiera, ne’ di posizione. Il passo da una lettiera a cristalli rispetto ad una sabbiosa puo’ essere ugualmente fastioso per il micio, perche’ abituato ad assenza di “polvere”, puo’ non gradire quella che di solito vien su da altri tipi di sabbiette. Bisogna andare un po’ a tentativi.

In linea di massima le linee guida che io personalmente seguo sono queste:

Prima di tutto, prima di OGNI cosa, osservate bene il gatto!

  •  Il micio e’ un cucciolo? Avra’ bisogno di una cassettina nella quale non fara’ fatica ad entrare, ma comunque piuttosto larga. Il consiglio e’ cercare una cassettina di facile accesso, ma che potra’ mantenere anche in eta’ adulta, tenendo conto che crescera’ di dimensioni, e che in un secondo tempo potrebbe scavare con una certa veemenza, quindi delle pareti alte dovra’ comunque averle. Esistono cassettine con un solo lato “basso” o aperto, che limitano il problema, e le fuoriuscite di sabbietta da quel singolo lato possono essere intercettate da appositi tappetini, per evitare che finiscano dappertutto.
  • La cassettina dove e’ sistemata la lettiera deve essere sempre di dimensioni adeguate al micio, nel caso non la fosse, e’ sempre meglio troppo larga che troppo stretta. Il gatto non deve starci scomodo, o entrarci a malapena. Non si puo’, per dire, prendere una di quelle cassettine piccine che stanno in bagno a un Maine Coon, perche’ dentro a quelle gli ci sta malapena il sedere. Pero’, una cassettina gigante per un gattino grosso come un paio di mani, invece, va bene. Non che serva una stanza intera, ma in linea di massima piu’ spazio avete da dedicarci, meglio e’.
  • La cassettina dovrebbe sempre essere situata in zone poco trafficate, o quantomeno lontana da rumori o movimenti molesti. Ad alcuni gatti piace una cassettina in una stanza frequentata, tipo la cucina (ai padroni, pero’, questa cosa piace di meno…), perche’ da loro l’impressione di avere il controllo del territorio. Nonostante cio’, a NESSUN gatto piace che nella zona cosi’ “controllata” ci sia baccano, ai gatti semplicemente il baccano non piace, anche se ci si possono adeguare. Altri sono timidi e preferiscono zone appartate, quasi nascoste. Per alcuni, la zona appartata da una privacy sufficiente, per altri gatti molto timidi, essere esposti alla vista mentre fanno i bisogni e’ uno stress. Altri gatti ancora, pero’, e mi sbilancio a dire che sono la maggior parte, non sopportano le cassettine chiuse, e preferiscono avere una maggior visibilita’ e un maggior spazio di manovra. Ancora una volta, il consiglio valido per tutti e’ osservare il micio.
  • Avete un giardino, e il gatto preferisce usare quello come water? Assolutamente normale. E’ sempre bene tenere una cassettina in casa “per ogni evenienza”, specialmente d’inverno e di notte, ma il micio scegliera’ una zona del giardino (scoprite quale sia, per poterla tenere opportunamente pulita e scongiurare spiacevoli incidenti) per i suoi bisogni. A voi pero’ questa cosa non piace, perche’ la ritenete poco igienica e non potete tenere sotto controllo le feci? Provate a mantenere il giardino umido, o profumato con una fragranza che puo’ dar loro fastidio (aceto, o agrumi vari), o piantate nel terreno alcuni impedimenti per scavare che non facciano loro del male (di gomma, o plastica).
  • Avete piu’ di un gatto? Ogni gatto dovra’ avere la sua cassettina, in base anche alle sue dimensioni e alle sue esigenze. Alcuni gatti tollerano senza problemi di avere le cassettine vicine, altri non riescono a sopportare l’idea che gli altri lascino il loro odore troppo vicino al loro. Se vedete disagi o litigi fra i mici per via delle cassettine, prendetele di tipo diverso (magari una aperta e una chiusa, o di forme diverse), in modo da incentivare i mici ad una preferenza. Se poi tutti e due ne scelgono una, litigandoci su, prendetene due uguali a quella, e spostatele in diverse zone della casa.

 

Per quanto riguarda la sabbietta, anche, le cose si fanno complicate in base alle esigenze sia del gatto, sia dei padroni, sia dell’ambiente.

Sento molto spesso dire ai padroni dei gatti che certe sabbiette “puzzano”. Vorrei spezzare una lancia in merito: Una cassettina tenuta opportunamente pulita, puo’ non profumare di mughetto, ma non puzza neanche. Se non volete cattivi odori, per prima cosa non trascurate la lettiera del vostro gatto. Dopotutto anche i vostri bisogni puzzano, nel momento in cui li avete fatti, se li lasciate li’, e anche diversi minuti dopo che avete tirato l’acqua, in certi casi. Quindi, posso comprendere l’esigenza di un materiale che assorba gli odori, o di optare per cassettine chiuse con i carboni attivi, pero’ naturalmente, in caso di trascuratezza, servira’ il giusto, e dara’ solo fastidio ai vostri mici. Esistono inoltre in commercio delle polveri per sabbiette, che hanno degli odori naturali che non infastidiscono il gatto, che si possono aggiungere eventualmente in piccolissime dosi alle sabbie delle cassettine aperte, e possono aiutare senza creare disagi.

In ogni caso spero sia inutile specificare che, per quanto questo renda piu’ possibili fuoriuscite di sabbietta e meno economico il cambio totale, i gatti preferiscono avere abbastanza sabbietta per scavare, e lasciarne un letto che copre malapena il fondo, e a volte manco tutto il fondo, non e’ sempre una buona idea.

Per quanto riguarda invece le caratteristiche, personalmente alla mia sabbietta chiedo solo alcune cose fondamentali: 1) che piaccia al gatto 2) che non faccia polvere 3) che sia facile da pulire, perche’ non importa quanto la vostra sabbietta “duri” prima di fare odore, va COMUNQUE pulita quotidianamente. 4) Che non faccia quello sgradevole odore di piscio+chimico che da fastidio tanto al nostro naso, quanto a quello del micio. E non intendo “nell’aria”, ma vicino alla sabbietta, perche’ e’ quello l’odore che conta, e’ quello a cui viene sottoposto il vostro gatto.

Sono una brutta persona, perche’ non e’ certo per il fattore ambientale (importante!) che faccio le mie scelte. Nonostante cio’, preferisco comunque le sabbiette vegetali, anche se vanno scelte con cura, perche’ alcune proprio non piacciono ne’ ai gatti, ne’ agli umani. Con la giusta qualita’ si raggiunge il giusto rapporto odore/materiale/praticita’/prezzo. Nel mio caso le scelgo agglomeranti, perche’ posso semplicemente rimuovere i bisogni appena li vedo, buttandoli direttamente nel water (cosa che con altre sabbiette NON si puo’ fare), e non resta niente di impregnato di urina nella lettiera che sia complesso rimuovere senza cambiare totalmente la sabbia, pronto a smettere a tradimento di assorbire lasciando una sgradevole pozza sul fondo. E’ un difetto delle sabbiette assorbenti che non tollero proprio, a prescindere da quanto sembrino “efficienti”.

Ognuno, tuttavia, deve poter scegliere da se. A tale scopo, vi rimando a questa pratica guida: Scegliere la miglior lettiera per gatti

Annunci

Informazioni su Keishiro Yukikaze

Just your regular twisted egomaniac
Questa voce è stata pubblicata in No Category. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...