Ma perche’ tutto sto stress e sta sfiducia?

Non capisco. Oggi ho fatto un altro di quei sogni fastidiosi dei miei, sia mai che passi una notte pacifica senza incubi e senza rompicoglioni.

In questo sogno andava tutto bene finche’ non andavo a dormire, e risvegliandomi mi rendevo conto che chi mi stava accanto non aveva minimamente pensato alla mia presenza, a me. Si era ordinato il pranzo, senza avvisarmi, senza prenderne per me, e mangiava a sbafo il mio piatto preferito.

Giocava con scarafaggi morti rifiutandosi di darmi una mano a prendere una cosa che mi serviva per il lavoro che stava dietro pur sapendo delle mie fobie.

Capisco, il mondo non mi deve certo coccolare per forza, pero’ porca miseria, si tratta di cure che io avrei per loro. E quando ci rimanevo male o mi incazzavo, non facevano una piega.

Lo so che per come scrivo, parlo e mi pongo in realta’ sembro una sclerata, ma farmi incazzare, a parte svegliandomi, e’ in realta’ qualcosa che richiede un certo sforzo. Non succede MAI se non c’e’ dietro almeno qualche mese di sopportazione di qualcosa che non va.

Nella vita come nei sogni, detesto quando la mia rabbia non viene presa nella giusta considerazione. Detesto quando mi tocca arrabbiarmi per farmi considerare.

Ma, perche’ ho fatto un sogno simile?

 

Mi rendo conto che ultimamente sono un po’ stressata. Penso lo sarebbe chiunque nei miei panni, ma forse non cosi’ tanto. D’altra parte ho gia’ da parte i soldi che mi serviranno per il mese prossimo, e ho gia’ prenotazioni per ulteriori soldi in arrivo, per quanto traballante sia il mio lavoro al momento (e mannaggia, perche’ mi era stato assicurato che almeno quest’anno sarebbe andato liscio ma noooo, ovviamente non poteva succedere veramente, e si doveva scoprire ormai ad anno scolastico abbondantemente iniziato!), ho comunque organizzato una buona copertura d’emergenza, e Natale con tutte le sue feste e le sue esigenze di padroni di gatti si sta per avvicinare. Non ho esattamente paura di non riuscirmi a pagare da vivere, diciamo, almeno per i prossimi… tre mesi? Forse anche quattro. C’e’ abbondante tempo per trovare soluzioni e/o arrivare a un periodo in cui non servono piu’ soluzioni. E rimpingola qua, rimpingola la’, i mesi di copertura possono crescere.

Eppure sono cosi’ pesantemente stressata che mi rendo conto che sto procrastinando TUTTO quello che posso procrastinare. E non va bene, ma ho proprio repulsione fisica all’idea di andare a sistemare questo o quello.

Perche’?

Mi rendo conto che stare tranquilla per me e’ una cosa che non puo’ durare per piu’ di un anno. Era bello pero’ stare tranquilli, e’ una cosa che mi piacerebbe poter fare piu’ a lungo, se non altro perche’ cosi’ nel frattempo posso continuare a coltivare i miei interessi e le mie “skill”, senza il peso del pensiero che sto perdendo del tempo, o lo sto facendo non per me, ma perche’ ho l’acqua alla gola.

Cosa che non ho, eppure mi sento come se fosse cosi’.

Forse ho il timore che la situazione si possa ulteriormente destabilizzare, e vorrei che invece non ci fosse questa possibilita’. Vorrei che le cose andassero come le avevo inizialmente progettate, ma anche questo, e’ abbastanza uno sperare in un miracolo.

I miei piani molto spesso non vanno come li avevo pensati, e’ una cosa a cui mi sono abituata. Fossero andati cosi’, sarebbe andato tutto alla grande, ma la grande variabile dell’interazione con il mondo esterno e’ qualcosa che crea sempre qualche imprevisto del cazzo. Spesso di quelli gratuiti, che volendo si sarebbero potuti evitare alla grande.

Mi rendo conto che molto spesso mi ritrovo a dire ad amici, fidanzati, confidenti “Potevano non mettermi in questa situazione. Potevano farlo.”. Perche’, malignita’ degli intenti o meno, sono sempre stata messa in situazioni un po’ del cazzo, e non mi ci sono infilata per conto mio, giuro, perche’ io le mie situazioni me le ero pianificate come si deve, anche se cavalcando l’onda di una certa instabilita’, perche’ si gioca un po’ con le carte che si possiedono.

Dovrei provare questa cosa quasi rituale di farmi un bel bagno con il bagnoschiuma piu’ schifosamente profumato che ho. E poi, fare come Aggretsuko: “Conto fino a 10 e divento una persona forte e responsabile. Uno…due…”

Annunci

Informazioni su Keishiro Yukikaze

Just your regular twisted egomaniac
Questa voce è stata pubblicata in No Category. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...