E invece…

Continua a sembrarmi una gran bella giornata quella di ieri, anche se mi ha lasciato come una puntura di graffetta di qualcosa di veramente storto, che sento come sangiunare via, molto poco, molto lentamente, ma lo fa.

Non so perche’ la mia vita debba sempre essere cosi’, mai una gioia e quando c’e’ una gioia e’ fottutamente complicata e mai priva di ombre brutte, brutte un casino.

Avrei VERAMENTE avuto bisogno che qualcosa tamponasse questa cazzo di graffettata, qualche gesto, anche semplice, mi dicesse che tutto sommato va tutto bene.

E invece, sono qui sola, dopo aver dormito altrettanto sola praticamente per amarezza piu’ che per sonno.

Ancora. Mi sforzo di capire mille cose e svalidare i miei sbalzi emotivi, ma la graffetta non mi lascia in pace, e mentre cerchi un cerotto ogni ulteriore colpo, ogni ulteriore virgola di negativita’ diventa un gigante.

Cosi’ vago per la stanza sperando che qualunque abitante di questa casa sia sveglio e iperattivo come sempre, non attacchi bottone con me ora, perche’ non sono sicura di che tono di voce avrei, e non mi va di spiegare. Con emorrargie emotive tutto sommato piccine, ma, che non si arrestano. Come risultato non so neanche se sono particolarmente triste, ho come un vortice in miniatura che mi da fastidio sulla bocca dello stomaco. E un bel po’ di preoccupazione.

Eppure e’ stata una giornata carina, ieri non avevo proprio voglia di rovinarmela pensando a queste cose, ma oggi ho come il timore che se non le do attenzione abbastanza da metterci un cerotto, si portera’ via sensazioni che per me sono molto importanti.

Pianino pianino, goccia dopo goccia, non mettete alla prova la mia stanchezza.

Perche’ dovete sempre farlo?

Perche’ per una ragione o per l’altra finisco sempre in una condizione in cui non ci posso credere all’affetto che mi vien dato? Che cos’e’ questa cazzo di condanna?

Perche’ loro scherzavano, lui mica tanto.

Informazioni su Keishiro Yukikaze

Just your regular twisted egomaniac
Questa voce è stata pubblicata in No Category. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...