Curve! Come tipologie di gatto.

Stavo guardando oggi uno di tanti video che insegnano come posare per evidenziare o nascondere parti di se, come mettere le luci, come settare le lenti, come far sembrare piu’ appetibile una foto a una persona, e un sacco di altre cose utili che a un artista e un ritrattista piace sempre molto conoscere.

In questo video la ragazza stava parlando di suggerimenti per posare per donne formose, e diceva che, cazzo, lei non era formosa, anzi magra e piatta come un’asse da stiro, e molto spesso vedeva queste foto di queste donne super super confidenti super voluttuose e pensava BANG sono meravigliose e vorrei essere cosi’, e inoltre specificava che avere delle spalle larghe sul suo tipo di corpo era poco armonioso e poco femminile, ma se ne sbatteva le palle. You go, girl.

Perche’ comincio con questa premessa? Perche’ molte volte sono li’ che mi ritrovo a pensare che cosa cavolo abbiamo tutti quanti di storto nella testa per passare il tempo a CRITICARCI davanti allo specchio. E’ una cosa in cui ero cascata pure io tanti anni fa, probabilmente proprio nel periodo in cui sembravo piu’ convenzionalmente “figa”, ma non era una cosa che cercavo, cercavo di capire cosa esattamente si aspettasse il mondo da me sotto quel punto di vista perche’ me ne fregava ancora qualcosa.

Questa donna priva di curve? Bellissima, uno schianto. E sono strasicura che, per quanto l’eye liner che porta sicuramente faccia una bella curva agli angoli dei suoi occhi, con quel tocchettino in meno di trucco sarebbe stata ancora piu’ figa, perche’ avrebbe brillato ancora di piu’ sul suo viso la genuina dolcezza ed entusiasmo, gentilezza, simpatia che sicuramente aveva in se.

Poi ricordo che sono stata in un “fat camp” in cui molti amano identificarsi, ma non me (“ahhh anche tu sei stato a X?” – stai tre metri lontano, chitticonosce). In questa occasione ricordo di aver avuto una compagna di stanza che era veramente molto ampia, ma fatta cosi’ bene che mi lasciava di stucco ogni volta che si spogliava. Quando si dice avere tutte le curve al posto giusto! Eppure penso che al di la’ dell’ovvio problema di salute, probabilmente lei si percepiva come brutta, il che e’ un’assurdita’ da capogiro perche’ quella roba era di una sensualita’ che, fossi stata un uomo, mi ci sarei gettata a capofitto. Che BELLE forme, che bella ragazza. Eppure da vestita sembrava un tubo perche’ cercava evidentemente di coprirle, oppure semplicemente i vestiti per la sua taglia erano veramente ingiustamente fatti male.

Il punto e’ che siamo cosi’ abituati a costruirci seguendo un modello che non ci rendiamo conto del nostro reale potenziale. Nel video la ragazza diceva che ci sentiamo tutti piu’ attraenti di quanto siamo, perche’ la nostra immagine allo specchio e’ flippata e siamo abituati a vedere qualcosa che non siamo. E invece secondo me no. Secondo me abbiamo una buona stima di quanto potremmo essere attraenti, ma non ci crediamo quando ci mettiamo a confronto con cose che sappiamo a livello logico essere costruite per essere visualmente conformi a, ma non ci rendiamo conto a livello inconscio, a furia di essere esposti ad esse, che non corrispondono a come dovrebbe essere un essere umano.

Leva tutti i trucchi, i maneggi, le creme, le cose, i filtri, le luci, i parrucchieri, le cerette, i bla bla a tutti quanti e piazzali uno vicino all’altro in una semplice camicia da notte che non starebbe bene a nessuno, anonima, semplice, due stracci. Cosi’ sono fatti gli esseri umani, cosi’, ad armi pari, ci si puo’ confrontare eventualmente, senza paura, magari con un occhio meno critico e piu’ curioso.

Ricordo l’agghiacciante frase di un mio amico: “Le donne se non si truccano fanno schifo, gli uomini no.” “Perche’? Io non mi trucco mai, vieni a dirmi che la mia faccia fatta com’e’ fa schifo e vedi come ti rigiro come un calzino sporco da lavare piccola merda.” E’ solo che si e’ cosi’ abiuati a considerare “giusto” e “normale” il costrutto, che abbiamo perso il palato per la realta’. E sto parlando di donne solo e soltanto perche’ lui parlava di donne, ma questo vale anche per gli uomini, naturalmente. Un altro discorso che facevo proprio ieri sera con una banda di persone che a un certo punto ho sbottato definendo “fighetti e schifiltosi” non ha fatto che evidenziare questo problema. Ci si sofferma su delle turbocazzate negative invece di ignorare semplicemente quello che non e’ di nostro gusto e concentrarci sui dettagli che lo sono.

Essere piu’ “gentili” nel valutare le persone, e’ anche piu’ piacevole a livello psicologico. Ammirare, anziche’ cercare di abbassare, e’ una cosa molto meno velenosa per se e per gli altri.

Cosi’ quando sento certi amici dire “aaah ma a me fa schifo questo e questo di me”, mentre magari ci stiamo preparando per andare da qualche parte, io semplicemente dico “Quando ti vesti e ti prepari, non dovresti pensare a nascondere quello che ti fa schifo, quello male che vada lo aggiusti al volo alla fine se vedi che si nota veramente troppo. Quello a cui dovresti pensare e’ spostare l’attenzione su quelli che pensi siano i tuoi punti di forza, su quello che tu vuoi sembrare. In questo modo non ti sentirai una persona che ha nascosto con successo qualcosa di cui si vergogna, ma una persona che e’ tosta, che conosce le sue armi ed e’ pronta ad usarle.”.

E’ un suggerimento cosi’ semplice, cosi’ banale. Eppure pare essere un game changer assoluto, da ricordare ogni tot volte, perche’ si tende a dimenticare.

I punti di forza ragazzi, i punti di forza.

Poi ognuno e’ fatto a modo suo, come delle tipologie di gatto. Ci sono quelli orientali, belli filiformi, snelli e tutto, e poi ci sono i british shorthair o i munchkin, oppure ci sono i gattoni grossi dall’aria selvaggia come i maine coon, ci sono quelli super pelosi e quelli senza pelo. Hanno diverse tipologie di fisico e diverse cose su cui contare per essere apprezzabili. Cosi’ noi, e’ cosi’ semplice.

Certo che se un british, invece di capire cosa lo rende bello, cerca di somigliare a un gatto orientale, la cosa non puo’ finire bene…

Informazioni su Keishiro Yukikaze

Just your regular twisted egomaniac
Questa voce è stata pubblicata in No Category. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...