Not even shaken by it

Quando guardo video come questi, e mi rendo conto che conosco persone che mettono in pratica questi comportamenti che io ritengo personalmente assolutamente assurdi, mi rendo definitivamente conto di come mai io sembrassi un’aliena un po’ particolare anche a chi, come me, e’ stato un grande obeso o un obeso come lo sono adesso.

Una delle domande che mi venivano poste piu’ di frequente e’ “Ma come fai ed essere cosi’ tranquilla? Sei in una situazione in cui le persone ti giudicano costantemente per una cosa che dipende pure relativamente dalla tua volonta’.”

Che giudichino. E’ una cosa che facciamo tutti, con tutti, per tutto, se dovessimo avere paura di un giudizio ogni volta finiremmo a fare queste cose senza senso in ogni situazione diventando letteralmente pazzi.

Gia’ essere obesi non e’ una condizione facile, a livello fisico, e inoltre a livello psicologico perche’ le persone riescono a diventare delle vere merde, spesso non capendo con cosa hanno a che fare. Chi dice il contrario, mente. Parola di persona obesa. Se poi si sta pure a complicare la vita da solo sperando che gli altri non se ne accorgano, ha proprio fatto bingo.

L’unica ragione per cui ho mai eliminato le etichette dei miei vestiti e’ perche’ mi grattavano la pelle. Quelle in morbido cotone sono ancora dove stavano, e per assurdo davano piu’ fastidio a chi mi circondava tipo “ti tolgo le etichette?” “Perche’?” che a me. Ero una XXXL. ora sono una XL/XXL a seconda del taglio del vestito, sto in qualche L da uomo di quelle che non sono slim fit, e da donna di taglio particolarmente arioso. Anche perche’ ho dei seni enormi, delle spalle enormi, dei polpacci enormi, dei fianchi larghissimi, non sono MAI stata in una M in vita mia da quando il mio corpo si e’ sviluppato. Nemmeno da normopeso.

Che cosa cambia ad una persona che comunque, francamente, MI VEDE, se sa che la mia taglia e’ piuttosto abbondante? Se sa che il mio peso da ormai un anno continua a salire e scendere dai 98 ai 103? Che differenza fa quando la maggior parte delle persone, quando lo sente, sgrana gli occhi, mi acchiappa i vestiti e mi dice “non dire stronzate, ma dove sono?” D’altra parte ne ho pesati 145, e non avevo nessun problema a dirlo neanche allora.

Ci sono, belli di casa. Non vedo perche’ far finta di no.

Non ho mai over mangiato se non in momenti in cui era proprio festa, e quando e’ festa la mia visione di quanto e cosa si debba mangiare e’ circa “vaffanculo, non rompere le palle.”. Per la cronaca, e’ ovvio che questo e’ un lusso che ci si puo’ permettere quando non si fa festa una volta alla settimana, cosi’ non vale. Intendo feste grandi, giri al ristorante per natale o capodanno, matrimoni, cose cosi’. Non ho mai avuto la necessita’, quando lo facevo, di fingere che non mi stavo allegramente sfondando di cibo. Male che vada a chi viene a farmi questione ho in canna la risposta equivale alla mia visione di cio’ che va mangiato durante le feste.

Nei momenti in cui sto bene fisicamente e non sono atterrata dallo stress, se non cammino almeno per un paio d’ore al giorno sento bisogno di picchiare qualcuno. Non ho mai evitato l’attivita’ fisica, anzi, quando davvero stavo male pur di provare comunque a uscire, fare sport, fare qualcosa, finivo per svenire in giro ogni due per tre… Magari non corro MAI se non sono proprio costretta, ne’ salto. Non mi piace. Ma chiedimi di svuotarti un magazzino, o di fare una camminata da qualche parte, e sono in prima fila. Non la sono stata solo in un periodo in cui notavo che proprio NON ce la facevo.

Non mi sono mai preoccupata dei posti dove mi sedevo, e purtroppo a volte a torto perche’ finivo per sbrindellarli. Nella loro immensa sensibilita’, nessuno me ne ha mai fatto una colpa, dopotutto una sedia robusta non la sbrindella neanche un elefante se ci si siede. Unica cosa, evitavo come la peste le sedie pieghevoli perche’ hanno delle marcatissime debolezze strutturali, ma non e’ che non andassi nei posti dove c’erano quelle sedie, semplicemente chiedevo “C’e’ un’altra sedia? questa potrebbe non reggermi.” e fine del discorso. In metro o in autobus evito di sedermi di fianco alla gente perche’ mi da fastidio avere persone accanto, non perche’ penso di disturbarle io. La lotta per il sedile sui mezzi pubblici e’ una fredda ed impietosa guerra baby, se per caso ti capita di fianco qualcuno che sborda dal sedile, sono stracazzi tuoi. Di certo non mi alzo. Non ho mai visto nessuno infastidito per questo, comunque. Anche se tirando un cinturino di sicurezza dell’aereo SOTTO la pancia si sarebbe senza dubbio allacciato, ho spesso chiesto l’allungamento perche’ non vedo perche’ stare a stritolarsi stando scomodi da morire solo perche’ si e’ scemi.

Cercare di non far vedere che vado a rifornirmi in certi negozi, poi, non lo farei mai. Al contrario mi farei accompagnare per avere un parere spassionato su come mi stiano eventuali capi che ho puntato. O quantomeno rendermi il tutto meno tedioso, perche’ francamente a fare shopping io mi annoio a morte, e non mi va di stare a provare diecimila cose per decidere di comprarne due, quindi generalmente da sola faccio il grosso errore di prendere la roba e basta, provandola a spanne appoggiandola sul petto.

Ho costumi da bagno carini a due pezzi e non ho paura di usarli. Solo non ho avuto modo negli ultimi anni. Il mio viso non viene quasi mai modificato nelle foto, al massimo a volte attenuo le occhiaie (toglierle del tutto fa sembrare che non sia io) e qualche brufolo, il doppiomento solo quando appare esageratamente perche’ mi sono messa in una posa sbagliata, ma non mi cambio i connotati per apparire piu’ magra, anche perche’, perche’ diavolo dovrei farlo? Sono sempre stata dell’idea che se una persona non si piace fino a questo punto, puo’ anche evitare di fotografarsi o di pubblicare foto in cui appare. Fa prima, e fa piu’ bella figura di una persona che pubblica foto EVIDENTEMENTE completamente taroccate rispetto a come realmente appare. Perche’ se ci si illude che non si veda, si sbaglia tanto. E chi sa, ha questa forte sensazione di disagio di rimando, come se avesse davanti una persona malata di mente.

Insomma, sono sempre stata negativamente sorpresa dal fatto che le persone sembrino dare per assunto che se sei sovrappeso, obeso o grande obeso inizi a svalvolare di testa, oppure SEI svalvolato di testa gia’ da parecchio tempo. Perche’ ne conosco molti che non sono in denial in questo modo, che semplicemente hanno problemi a gestirsi lo stress, la propria vita, o hanno problemi di salute che rendono loro molto difficile tenere sotto controllo la situazione. Mi dicono sempre “sono pochi quei casi.”, e mi fa girare il cazzo. Sono pochi, allora diamo per assunto che tutti svuotino il frigo di notte in preda a raptus, o si scofanino tutto il quartiere e poi prese dal panico di essere giudicate per i loro problemi dicano “ma io mangio bene!”. No, non e’ cosi’. Pero’, sono fenomeni che esistono, e non posso evitare di restare veramente perplessa e rattristata da questa cosa. Perche’ alla fine e’ principalmente TRISTE vedere delle persone che si sentono obbligate a dire e fare cazzate pur di provare a nascondere dei problemi che comunque NON possono nascondere. Non posso che ritrovarmi a dare la colpa a chi, magari pensando che fa una buona cosa, stigmatizza la condizione di eccesso di peso come se fosse un delitto, e non una condizione di malessere che potrebbe essere piacevolmente temporanea se trattata con solerzia, ma con il dovuto rispetto.

Informazioni su Keishiro Yukikaze

Just your regular twisted egomaniac
Questa voce è stata pubblicata in No Category. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...